Sampdoria-Inter: i nerazzurri pareggiano 2-2 al Marassi

Sampdoria-Inter: i nerazzurri pareggiano 2-2 al Marassi

Pareggio amaro con la Samp per la squadra di Inzaghi. La Samp dà filo da torcere all’Inter, che rimane gli ultimi 30″ in 10 per l’infortunio di Sensi.

I nerazzurri frenano a Genova contro gli uomini d’Aversa. Una partita piena di emozioni e di sofferenza. Ma anche di amarezza, perché il risultato va molto stretto per tutte e due le squadra. La Samp ha fatto una signora partita, mettendo in difficoltà la squadra meneghina. Colpevole dei gol subiti dai nerazzurri è il portiere, Handanovic, che sia sul primo che sul secondo gol non si butta e resta fermo, immobilizzato. L’Inter ha già pronto il sostituto, Onana, che arriverà a parametro 0 la prossima stagione dall’Ajax e Radu, il secondo, che è sempre pronto in panchina.

Il primo tempo termina 1-2 per l’Inter con un meraviglioso gol al 18′ dell’ex Dimarco su punizione di sinistro all’incrocio dei pali che stupisce tutti. Poi Yoshida al 33′ rimette il risultato sul pareggio grazie ad un tiro sviluppato da un calcio d’angolo deviato da Dzeko. Poi ecco Barella, che con un’azione personale recupera il pallone, salta due avversari e mette la palla in centro a Lautaro, che con un sinistro al volo stupisce Audero a 1 minuto alla fine del primo tempo regolamentare.

Inizia il secondo tempo. Subito al 47′ la Samp rimette il risultato sul pareggio, 2-2 di Augello di sinistro a volo che fulmina il portiere nerazzurro su cross di Bereszynski. A seguire tre occasioni da gol per l’Inter, clamorosa la palla di Calhanoglu che fa uscire la palla di un soffio. Inzaghi sfrutta i suoi cinque cambi ed entrano Vidal, D’ambrosio, Correa, Dumfries e Sensi. Per la Samp entrano Askildsen, Murru, Verre e sul finale Torregrossa. Succede il finimondo: l’Inter si mangia tutti i gol inimmaginabili e Sensi, come da regolamento, si infortuna al ginocchio e lascia i compagni in minoranza numerica. Nel finale Orsato non si risparmia: gialli a tutti, in particolare tre di fila per Dzeko, Correa e Vidal.

Inter sprecona e Samp graziata dall’infortunio di Sensi. Ma non c’è tempo per piangersi addosso: mercoledì l’Inter si gioca la qualificazione in casa nel big match contro il Real Madrid.

Chiara Mazzoleni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *